LA TUA FARMACIA ONLINE + SICURA + SEMPLICE +CONVENIENTE
Spedizione Gratuita per ordinativi superiori a 60€

Alito cattivo

Alito cattivo: le offerte migliori sono Su Farmaestense.it. La tua farmacia online + Sicura + Semplice + Conveniente. Continua la lettura della scheda informativa o scorri la pagina verso il basso per vedere le nostre offerte. Clicca sul prodotto di tuo interesse per scoprirne tutte le caratteristiche: Proprietà, Efficacia, Modo d'uso, Avvertenze e possibili effetti collaterali.


Ordina Prodotti "Alito cattivo" per
CB 12 BOOST chewing-gum
Azienda: CHEFARO PHARMA ...

Confezione da 10 che...
€ 4,99 € 3,40
Curasept DayCare Protezione Completa Collutorio agli Oli essenziali
Azienda: Curaden Healthc...

Flacone da 250 ml. A...
€ 5,20 € 4,16
Emoform Alifresh dentifricio
Azienda: POLIFARMA BENES...

Tubetto da 75 ml
€ 3,10 € 2,16
Emoform Alifresh Spray
Azienda: POLIFARMA BENES...

Flacone Spray da 20 ...
€ 4,00 € 3,00
Meridol Collutorio Halitosis
Azienda: GABA VEBAS

Flacone da 400 ml co...
€ 8,75 € 5,80
Meridol Halitosis - Dentifricio Alito Sano
Azienda: GABA VEBAS

Tubo da 75 ml
€ 6,40 € 3,80
Salva Alito Giuliani
Azienda: GIULIANI

30 Compresse mastica...
€ 5,90 € 5,10
Salva-Alito Giuliani Compresse Masticabili Gusto Arancia
Azienda: GIULIANI

30 compresse mastica...
€ 5,90 € 5,10
X115 SD - Integratore Antiossidante Masticabile - Per Alitosi, Fumo e Denti Sani
Azienda: JARMY SRL

Barattolo Tascabile ...
€ 16,00 € 16,00


Premessa

L’alito cattivo, più frequentemente definito alitosi, è una condizione molto frequente sia nella popolazione adulta che in quella pediatrica e non sempre associata a problemi del cavo orale.
Si stima infatti che solo nel 75% dei casi le cause dell’alitosi siano riconducibili a problemi del cavo orale, mentre nel restante 25% questo segno può essere la spia di condizioni anche sistemiche ben più gravi, da valutare con l’ausilio di un medico.

Cause dell’alitosi

Come già accennato l’alitosi può essere ricondotto a problemi del cavo orale piuttosto che a condizioni patologiche sistemiche tra le quali ad esempio :

  • Diabete;
  • Disturbi dell’apparato gastro-enterico : disbiosi intestinali, gastriti, infezioni, ulcere etc etc;
  • Patologie epatiche e renali;
  • Patologie dell’apparato respiratorio sia di origine infiammatoria che infettiva;
  • Tonsillite e patologie infettive della faringe.

Fortunatamente nella maggior parte dei casi il tutto si ridimensiona a problemi del cavo orale facilmente risolvibili e nella maggior parte dei casi privi di rilevanza clinica.
Caratteristiche dietetiche, quali ad esempio diete povere in carboidrati, diete particolarmente acide, piuttosto che il consumo di certi alimenti come aglio, cipolla, caffè ed alcool possono essere potenziali cause di alitosi assieme evidentemente a condizioni leggermente più complesse quali ad esempio l’utilizzo della dentiera o di protesi dentarie non adeguatamente igienizzate, malattie del cavo orale come gengiviti o parodontite, secchezza della fauci associata a problemi di secrezione salivare piuttosto che all’eventuale terapia farmacologica ed infine alla scarsa igiene orale.
Un ruolo di sicuro rilievo nell’insorgenza di questo disturbo ed anche come conseguente rimedio è rappresentato dall’accurata igiene del cavo orale, utile ad allontanare eventuali residui di alimenti, substrati utili alla proliferazione batterica.
Quest’ultima infatti, spesso causa della carie, è molte volte associata ad un processo putrefattivo e fermentativo del nutriente che determina la formazione di gas caratterizzati dall’odore sgradevole.

Rimedi contro l’alitosi

Tralasciando la terapia medica-farmacologica consigliata nei problemi di alitosi associati a patologie sistemiche e l’eventuale cura odontoiatrica, utile invece nei casi di patologie del cavo orale, la prevenzione nei confronti di questa spiacevole condizione potrebbe essere effettuata da semplici accorgimenti quotidiani quali ad esempio :

  • bere l’opportuna quantità di acqua : utile ad allontanare eventuali residui alimentari persistenti nel cavo orale;
  • consumare cibi ricchi di fibre per stimolare la corretta proliferazione e sopravvivenza del microbiota intestinale;
  • evitare l’eccessivo consumo di caffè e sigarette;
  • lavare accuratamente i denti dopo ogni pasto, avendo cura periodicamente di completare l’igiene orale con il filo interdentale e il collutorio;
  • utilizzare eventuali rimedi fitoterapici, sotto l’opportuna supervisione di un esperto, come collutori a base di menta, eucalipto piuttosto che tisane al finocchio , alla salvia o all’anice;
  • consultare il proprio odontoiatra quando il sintomo persiste.

Avvertenze

Nonostante, fortunatamente nella maggiorparte dei casi, il problema sia di tipo locale e facilmente risolvibile, sarebbe opportuno non sottovalutare l’eventuale persistenza di questa condizione e rivolgersi ad un medico che possa condurvi vesso un appropriata diagnosi.
E’bene infatti ricordare come l’alitosi, possa essere il primo segno di patologie ben più gravi per le quali una diagnosi tempestiva rappresenterebbe sicuramente un fattore prognostico positivo.