LA TUA FARMACIA ONLINE + SICURA + SEMPLICE +CONVENIENTE
Spedizione Gratuita per ordinativi superiori a 60€

Multivitaminici

Multivitaminici: le offerte migliori sono Su Farmaestense.it. La tua farmacia online + Sicura + Semplice + Conveniente. Continua la lettura della scheda informativa o scorri la pagina verso il basso per vedere le nostre offerte. Clicca sul prodotto di tuo interesse per scoprirne tutte le caratteristiche: Proprietà, Efficacia, Modo d'uso, Avvertenze e possibili effetti collaterali.


Ordina Prodotti "Multivitaminici" per


Cosa sono gli integratori multivitamicini

I multivitaminici sono degli integratori alimentari costituiti da varie vitamine in quantità tali da soddisfarne il fabbisogno giornaliero.
Nonostante tale definizione, molto generale e semplificativa, identifichi una classe di prodotti apparentemente omogenea è opportuno ricordare come i vari prodotti presenti in commercio risultino molto differenti tra loro, sia in termini quantitativi che qualitativi, presentando in molti casi ulteriori principi attivi, solitamente fitochimici, in grado di ampliare le potenzialità biologiche dell’integratore.
Per tale motivo, grazie anche alla legge sull’etichettatura obbligatoria, la lettura dell’etichetta, contenente tutte le indicazioni di carattere qualitativo e quantitativo con la relativa percentuale del fabbisogno giornaliero, costituisce un punto chiave nella scelta oculata del prodotto.
L’uso di integratori multivitaminici, grazie anche alla varietà di prodotti presenti in commercio formulati in base alle esigenze più variegate, è ormai da anni diffuso trasversalmente nella popolazione occidentale, spesso suggerito dagli stessi esperti della salute.
In realtà, oltre alla tendenza che spinge l’uso di determinati prodotti in ambito nutrizionale, l’elevato consumo di questi integratori, come emerge da numerosissime segnalazioni internazionali, è in parte giustificato dalla diffusa carenza di vitamine, che si riscontra nella popolazione di tutte le età che è spesso causa di disfunzioni metaboliche, riduzione delle capacità cognitive, danno ossidativo, patologie infiammatorie e malattie cronico-degenerative come l’osteoporosi, le patologie cardiovascolari ed i tumori.
Ma come è possibile spiegare tali carenze in un contesto di iperalimentazione come quello odierno?
La risposta non del tutto immediata è strettamente correlata all’aspetto qualitativo sia degli alimenti consumati quotidianamente che dei metodi di cottura degli stessi.
Più precisamente l’impoverimento nutrizionale dei singoli alimenti, legato alle modalità di coltivazione intensiva piuttosto che al progressivo depauperamento delle caratteristiche chimico-geologiche dei suoli, i metodi di cottura spinti ad altissime temperature spesso causa di carbonizzazione e una dieta prevalentemente basata su cibi altamente raffinati, pertanto poveri già in partenza di microelmenenti preziosi per la salute umana, riduce drasticamente l’apporto dietetico di vitamine sbilanciando l’equilibrio verso macronutrienti.
Dal punto di vista biologico invece gli integratori di vitamine presentano una certa peculiarità nei sistemi di classificazione risultando generalmente costituiti da :

  • Vitamine con funzionalità pro-energetica, come le vitamine del gruppo B, così definite in quanto cofattori importanti di numerosissime reazioni biologiche responsabili dei normali cicli metabolici;
  • Vitamine con attività antiossidante, come le vitamine A, C ed E, che insieme all’acido lipoico e al coenzima Q10, costituiscono i principali sistemi di detossificazione dai radicali liberi dell’ossigeno;
  • Vitamine con funzionalità metabolica-ormonale, come la vitamina D, la K e secondo le ultime definizione anche gli acidi grassi polinsaturi, coinvolte in numerose pathways biologiche.

A cosa servono gli integratori multivitaminici

Gli integratori multivitaminici, grazie alla particolare completezza biologica, vengono consigliati in numerose condizioni patologiche e non, tutte generalmente caratterizzate da una riduzione della disponibilità di questi elementi o da un aumentato fabbisogno.
Donne in età fertile, donne in gravidanza e in allattamento, persone sottoposte a regimi dietetici particolarmente ferrei, obesi, adulti anziani, adolescenti in fase di accrescimento, alcolisti, fumatori (vedi approfondimento), vegetariani e vegani, sportivi agonisti, individui sottoposti a intensi sforzi fisici o a situazioni psicologicamente stressanti, rappresentano solo alcune delle potenziali categorie a rischio, per le quali l’integrazione con multivitaminici potrebbe risultare importante nel prevenire l’insorgenza di condizioni patologiche o ridurre la sintomatologia in atto.
Differenti studi inoltre dimostrano come l’introduzione di vitamine in quantità tali da soddisfarne il fabbisogno giornaliero possa risultare utile nel prevenire l’insorgenza di patologie cronico-degenerative migliorando la qualità di vita dei consumatori che ne fanno uso.
Discorso a parte va invece fatto per l’integrazione sportiva, laddove l’integrazione con vitamine si è dimostrata efficace nel proteggere i tessuti, soprattutto quello muscolare e tendineo, dal danno ossidativo indotto dalle specie reattive dell’ossigeno, riducendo sensibilmente le concentrazioni ematiche di markers indicatori di lesioni muscolari come la creatinkinasi e la lattato deidrogenasi, facilitando così il recupero post-allenamento e prevenendo possibili infortuni muscolo-scheletrici.

Come assumere gli integratori multivitaminici

L’integrazione con vitamine dovrebbe essere stabilità in quantità e qualità in base alle esigenze del consumatore e soprattutto in base alla quantità introdotta attraverso la dieta.
La presenza in commercio di differenti formati e di prodotti formulati in base alle diverse esigenze, rende tale supplementazione particolarmente agevole e di facile esecuzione.

Effetti collaterali

L’integrazione con vitamine risulta generalmente sicura e ben tollerata.
Solo raramente si sono descritti effetti collaterali per lo più legati ad intossicazioni da sovradosaggio piuttosto che a reazioni avverse  propriamente dette come quelle gastro-enteriche.