LA TUA FARMACIA ONLINE + SICURA + SEMPLICE +CONVENIENTE
Spedizione Gratuita per ordinativi superiori a 60€

Omega 6

Omega 6: le offerte migliori sono Su Farmaestense.it. La tua farmacia online + Sicura + Semplice + Conveniente. Continua la lettura della scheda informativa o scorri la pagina verso il basso per vedere le nostre offerte. Clicca sul prodotto di tuo interesse per scoprirne tutte le caratteristiche: Proprietà, Efficacia, Modo d'uso, Avvertenze e possibili effetti collaterali.


Ordina Prodotti "Omega 6" per
Olio di Germe di Grano - Concentrato Oleoso Aboca
Azienda: ABOCA

Flacone da 50 operco...
€ 16,20 € 14,26
Vitamono Ef  - Integratore per la Pelle
Azienda: Logofarma

confezione da 28 com...
€ 26,00 € 24,77


Cosa sono gli omega 6

Gli omega 6 sono degli acidi grassi definiti essenziali (AGE) in quanto non sintetizzati in quantità opportune dall’organismo umano e pertanto da introdurre necessariamente attraverso la dieta.
Il capostipite della famiglia degli omega 6, nonché l’elemento sicuramente più abbondante, è l’acido linoleico presente in alimenti di origine vegetale come gli oli di semi di girasole, di mais, di cartamo e di soia, e costituito da un scheletro carbonioso a 18 atomi di carbonio con 2 doppi legami il primo dei quali tra il sesto ed il settimo atomo di carbonio.
Questo, introdotto tramite la dieta, viene assorbito al livello intestinale grazie all’azione emulsionante degli dei Sali biliari e rapidamente trasportato attraverso le lipoproteine nei vari tessuti, dove diviene parte integrante della membrana plasmatica cellulare.
L’importanza di questo elemento dal punto di vista metabolico è tuttavia legato al suo metabolismo dato che può rappresentare un ottimo substrato per l’enzima elongasi e desaturasi portando così alla sintesi di un acido grasso a 20 atomi di carbonio e con 4 doppi legami noto come Acido Arachidonico.
Quest’ultimo, rinomato per le sue spiccate attività infiammatorie e aterogeniche, opportunamente catabolizzato da enzimi come le fosfolipasi A2, le ciclossigenasi e le lipossigenasi determina la sintesi di mediatori infiammatori e dotati di attività chemotattica quali prostacicline, prostaglandine, trombossani e leucotrieni.

Omega 6 : tra salute e malattia

 
Alla luce di quanto detto e di quello che è il meccanismo molecolare alla base dell’attività biologica degli acidi grassi omega 6, sorgono spontanei alcuni dubbi relativi al potenziale infiammatorio o protettivo di questi nutrienti.
Come per ogni cosa in medicina, anche per gli omega 6 gli effetti biologici sono strettamente correlati alla quantità potendo pertanto a seconda dei casi espletare un azione protettiva piuttosto che patogenica.
Più precisamente, un corretto equilibrio tra omega 3 e omega 6, stimato nel rapporto di 1:4, potrebbe determinare un bilanciamento tra sistemi pro-infiammatori ed anti-infiammatori, permettendo così all’organismo di rispondere adeguatamente all’eventuale penetrazione di agenti patogeni potendo debellarne rapidamente la causa, senza l’insorgenza di stati morbosi.
A fronte di un rapporto ottimale, come quello appena descritto, nella popolazione italiana e ancor di più in quella statunitense si riscontra un rapporto nettamente sbilanciato a favore degli omega 6, raggiungendo valori addirittura 5 o 6 volte maggiori rispetto al normale, determinando pertanto un eccesso significativo di acidi grassi come l’acido arachidonico.
Dal punto di vista molecolare tale condizione determina uno spostamento netto dei bilanci verso il pattern infiammatorio,  promuovendo la secrezione di prostaglandine, prostacicline, trombossani e leucotrieni dotati di attività pro-infiammatoria, chemotattica e pro-aggregante, delineando così un substrato ottimale per lo sviluppo di condizioni patologiche flogistiche come l’aterosclerosi ed endocrino-metaboliche come l’ipercolesterolemia.
Alla base di tale disequilibrio vi sono evidentemente errate abitudini dietetiche che determinano l’introduzione massiva di nutrienti come l’acido arachidonico, presente in quanto tale negli alimenti di origine animale come la carne, e la ridotta compensazione con acidi grassi della serie omega 3, presenti soprattutto nel pesce e in alcuni prodotti di origine vegetale.

L’acido gamma linolenico

L’acido gamma linolenico, insieme all’acido linoleico, rappresenta un acido grasso polinsaturo appartenente alla famiglia degli omega 6.
Al contrario dell’acido arachidonico, il cui metabolismo porta alla sintesi netta di mediatori pro-infiammatori, l’acido gamma linolenico, introdotto in quantità opportune garantisce un incremento della sintesi di prostaglandine della serie 1, dotate di attività antinfiammatoria e pertanto importanti nel rimodulare il bilanciamento sistemico.
Protocolli integrativi a base di acido gamma linolenico si sono infatti dimostrati efficaci nel trattamento di :

  • Ipertensione e patologie cardiovascolari;
  • Patologie oculistiche come la degenerazione retinica;
  • Patologie neurologiche come la schizofrenia e la depressione;
  • Patologie cronico-degenerative come l’Alzheimer o la demenza;
  • Patologie infiammatorie come l’artrite reumatoide.

Integrazione con Omega 6

L’integrazione con omega 6, e più precisamente con Acido Gamma Linolenico, dovrebbe essere definita in base alle reali necessità e solo dopo aver attentamente valutato il rapporto tra la quantità di acidi grassi Omega 3 e Omega 6 introdotti attraverso la dieta.
La quota quindi da integrare dovrebbe risultare tale da compensare eventuali carenze o da ribilanciare l’equilibrio perso.

Effetti collaterali

Generalmente l’integrazione con omega 6 risulta ben tollerata e priva di effetti collaterali clinicamente rilevanti, quando condotta secondo le opportune indicazioni fino a dosi di 2,8 gr al giorno per ben 12 mesi.
Dosi più elevate tuttavia potrebbero determinare la comparsa di disturbi gastrointestinali, come diarrea, vomito e pirosi gastrica.
Solo raramente si sono osservate conseguenze più importanti quali epilessia o reazioni da ipersensibilità.